Naomi Campbell: "Se non fosse per i gay, non esisterei"

Naomi Campbell non ha mai nascosto il suo sostegno alla comunità LGBT, e queste parole ne sono la dimostrazione

Naomi Campbell non ha mai nascosto il suo sostegno alla comunità LGBT, e, in effetti, in diverse occasioni è stata madrina di eventi e ha fornito grande supporto alla causa gay. Recentemente è proprio tornata a parlare di questo legame che la vuole vicino al mondo omosessuale e delle motivazioni alla base: non si tratta di una risposta che piacerà a tanti, e infatti neanche a me piace moltissimo, ma può darsi che Naomi abbia citato certi mestieri solo perché cresciuta in un certo ambiente e quindi incapace di pensare a tutto il resto concretamente.

Le sue parole sono state queste:

"Se non fosse stato per gli omosessuali, io non sarei esistita. Capelli, trucco, designer, fotografi, stilisti, manicure, parrucchiere... devo la vita agli omosessuali. Sono cresciuta tra loro e proprio loro sono la mia famiglia".

Luoghi comuni fastidiosi


naomi campbell

Naomi Campbell appartiene al mondo della moda, e quindi certe dichiarazioni vanno lette considerando il contesto in cui è nata è cresciuta: odio profondamente i pregiudizi e i luoghi comuni ("gay bello", "gay elegante e alla moda", "gay simpatici e amici di tutti" e così via), ma in questo caso non posso far altro che apprezzare la tenerezza di queste dichiarazioni, con la speranza che per la Campbell esista anche altro (che poi questo non aumenti né migliori i nostri diritti è tutt'altra storia).

Via | The Indipendent

  • shares
  • Mail