Messico, meta in crescita per il turismo gay

Con le sue bellezze naturali e culturali e con l'apertura al matrimonio ugualitario, il Messico diventa sempre più meta di turismo LGBT

Il Messico è un paese con un fascino speciale: la terra della tequila è una delle mete turistiche più attraenti del pianeta. I suoi angoli pieni di incanto, onusti di stori pre-colombiana, le sue spiagge di sabbia bianca che sembrano non aver mai fine, la sua gastronomia che si distingue per i piatti colorati e piccanti e si basa su alcuni ingredienti tra cui fagioli, mais, avocado, cacao e tacchino, la sua capitale cosmopolita fanno sì che milioni di visitatori ogni anno si rechino in questo paese desiderosi di relax e di conoscere e apprezzare tutte queste bellezze.

Il Messico, inoltre, vive momenti di apertura e accoglienza anche nei confronti delle persone LGBT: in questi ultimi anni il matrimonio ugualitario è diventato realtà a Città del Messico, negli stati di Quintana Roo e Coahuila, il che ha fatto sì che il turismo gay si sviluppasse nella regione. Per questo motivo nei luoghi più gettonati dal turismo internazionale sorgono anche hotel gayfriendly, come, per esempio, il Grand Oasis Sens di Cancún: un resrot che offre ai suoi clienti un ambiente tranquillo e pacifico su una delle migliori spiagge del mondo.

Altro esempio di turismo gay friendly è l’Arena Gay Festival per la musica elettronica che si celebrerà dal 28 gennaio al 2 febbraio prossimo, con diciannove dj di tutto il mondo che si daranno appuntamento per movimentare quello che è considerato il più grande festival gay e lesbico del Messico.

Così, se state pensando alle prossime vacanze, tenete presente il Messico e poi fateci sapere le vostre impressioni.

Messico gay

Via | Ragap
Foto | Facebook

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 24 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO