Le donne bisessuali hanno più problemi di salute per via della loro invisibilità

Uno studio afferma che le donne bisessuali presentano più possibilità di disordini come conseguenza dell’invisibilità cui spesso ricorrono per nascondere il loro orientamento sessuale

Che la bisessualità sia uno degli orientamenti sessuali con meno visibilità anche nello stesso mondo LGBT è un dato di fatto, tanto che spesso le persone bisessuali sono definite “invisibili”. Ora la London School of Hygiene and Tropical Medicine ha portato avanti uno studio – pubblicato sul Journal of Public Health – in cui si sostiene che le donne bisessuali abbiano maggiori possibilità di presentare problemi di salute rispetto alle donne lesbiche.

Tra i problemi di salute esaminati dallo studio abbiamo che, rispetto alle donne lesbiche, un 64% delle donne bisessuali può soffrire di disordini alimentari, un 37% tende all’autolesionismo e un 26% tende a soffrire di depressione. Lo studio è recente e raccoglie dati dal 2007 a oggi, dati che hanno preso in esami vari aspetti della vita di donne bisessuali e lesbiche in modo da avere un quadro il più completo possibile della situazione.

L’invisibilità delle persone bisessuali continua a essere una realtà e, sebbene sia sempre maggiore la percentuale di persone bisessuali che fanno coming out come anche sia sempre più grande l’accettazione di questo orientamento sessuale (spesso osteggiato anche all’interno del mondo LGT), rimane il fatto che ci sia molta discriminazione verso la bisessualità in genere dal momento che le persone bisex sono spesso considerate poco affidabili. Lo studio londinese mette anche in evidenza come le donne bisessuali siano meno propense a fare pubblicamente coming out per paura del rifiuto e questo può portare a seri problemi di ansia.

Amore bisessuale

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 38 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO