"Essere gay non è peccato, ma condizione esistenziale", parla l'Arcivescovo filippino Socrates Villegas

Parole importanti, quelle dell'Arcivescovo filippino Socrates Villegas, sull'omosessualità

socrates villegas

L'arcivescovo Socrates Villegas ha rilasciato delle dichiarazioni che non piaceranno sicuramente ai ferventi cattolici, o meglio: a coloro che, chiusi nella loro ignoranza e incapaci di convivere con qualsiasi tipo di diversità, da sempre attaccano il mondo gay, sfruttando i soliti luoghi comuni (pedofilia, lustrini e paillette, depravazione, unioni instabili, la Natura, distruzione dei piani di Dio e così via).

Ricordiamo che stiamo parlando di una figura davvero importante nel mondo del cattolicesimo, perché la comunità filippina è una delle più importanti della chiesa cattolica, visto il grande numero di fedeli che la caratterizza: circa l'80% dei filippini, infatti, segue la religione del Vaticano. Ma vediamo subito quali dichiarazioni ha rilasciato, sottolineando che non ha temuto neanche un'eventuale reazione del Papa:

"Essere omosessuali non è peccato; è la condizione esistenziale di una persona".

Questa, la sua risposta ai fedeli che gli chiedevano se Papa Francesco condannasse o meno l'omosessualità.

"Il Papa ha detto 'Dio è morto per tutti, omosessuali e lesbiche incluse'. Nessuno è escluso dalla salvezza dei piani di Dio".

Il peso della figura di Villegas è importantissimo nelle nazioni del Sud-est asiatico, quindi questa è senz'altro una notizia che ci rende felici.

"Dio è morto anche per loro - ha continuato l'Arcivescovo -. Dio invita gay e lesbiche ad andare oltre la loro situazione e amare Gesù".

"Andare oltre la loro situazione" è una frase piuttosto ambigua, a dire il vero, visto che gay e lesbiche non hanno bisogno di andare oltre la loro situazione, poiché questi sono e questi rimangono: d'altra parte, se l'omosessualità non è una scelta ed è partorita da Madre Natura, un motivo ci sarà? La frase, comunque, non ci mette sul chivalà proprio perché in precedenza l'arcivescovo ha sottolineato che essere gay non è un peccato (che poi debba condannare rapporti tra gay e lesbiche è cosa risaputa, visto che lo si fa anche con le coppie etero).

Via | Gay Star News

  • shares
  • Mail