Gay & the City: 3 tipi da discoteca gay

Discoteche gay e le persone che la frequentano: ecco alcuni modelli che chiunque può incontrare

Se si è soliti andare a ballare con amici in locali Lgbt, anche se vivi in una grande città come Milano, spesso ti sembra di andare ad una riunione di condominio. Le facce restano più o meno sempre quelle. Magari non ti conosci ma sicuramente ti RIconosci, settimana dopo settimana. Il giorno in cui il barista mi dirà "Tu il solito?" o mi allungherà il long island senza chiedermi cosa voglio, sarà arrivato il momento di cercare una sala bingo in zona in cui passare qualche serata nel fine settimana.

E, oltre a vedere facce che ti ritrovi puntualmente nella stessa discoteca, riesci anche ad individuare alcuni "modelli tipo" di clientela che puoi ritrovare -sotto varie forma- nei locali di ogni città, grande o piccola che sia. Ci avete mai fatto caso? Proviamo ad analizzarne alcune qui sotto. Le prime tre, per oggi.

queer

1. Categoria Splendido Splendente. Alias, Dive. Chi compone questa categoria, solitamente si muove in branco (molto simili fra loro) oppure è evidentemente il leader di un piccolo gruppetto. Lui splende. Gli altri hanno una sorta di funzione delle antiche dame di compagnia. Hanno l'aria accogliente e amichevole di Madonna dopo che ha scoperto il leakkaggio di Rebel Heart e la voglia di comunicare e mischiarsi tra la folla di Mariah Carey. Possono essere indicati nella versione gay maschile delle classiche "f1ghe di legno" che si usa solitamente definire tra etero.

url

2. Categoria "Dove sono?". E' quella più pericolosa. E solitamente vince. Ha l'aria di un cucciolo spaurito e completamente a disagio. Attenzione: esiste la categoria reale -quelli che magari davvero non conoscono il posto o è una delle prime volte in cui vengono- e quella dei fake. Questi ultimi sono i più sgamati. Fanno tanti gli ingenui, l'aria da Lilli e il Vagabondo pronto a spingere la polpetta dalla tua parte e, in realtà, con questa tattica, hanno già i numeri di cellulare di mezzo locale. Un sorrisetto, qualche ammiccamento e vedrete una crocerossina correre in soccorso. Preda catturata.

tumblr_lu1qkihwcf1r54gvgo1_500

3. Categoria "Ammucchiata". Io sono sempre più convinto che alcune porte dei bagni, in realtà, siano una sorta di armadio di Narnia. Vi giuro. Ho questa sensazione sempre più pressante che mi fa credere che esista un mondo parallelo nel quale si rifugiano alcuni "selezionati" clienti delle discoteche. A volte, in attesa, ho visto anche cinque o sei persone uscire da un cess0 dove, al cui interno, non riuscirei nemmeno ad allargare le braccia. Loro invece escono in fila indiana, assolutamente tranquilli, come fossero appena usciti da un cinema. Un giorno capirò il mistero di Narnia gay.

Narnia-Wardrobe

  • shares
  • Mail