Toscana, Commissione Albo Odontoiatri condanna messaggio omofobo: "È un comportamento ignobile"

Omofobia e ignoranza nei confronti di uno stimato professionista. Ecco cosa è accaduto in Toscana.

Ieri vi abbiamo riportato la notizia di un consulente dentistico che è stato vittima di un comportamento discriminatorio da parte di uno sconosciuto che ha affisso, alla porta dello studio, un biglietto omofobo consigliando i pazienti a prendere precauzioni per via dell'omosessualità del professionista medico. Oggi ecco arrivare la lettera della Commissione Albo Odontoiatri (Cao) che, via Ansa, condanna apertamente l'accaduto:

"Una condanna senza se e senza ma contro un gesto vergognosamente discriminatorio che colpisce la persona, ne limita i diritti e ne lede la dignità. Si tratta di un comportamento ignobile che non può passare sotto silenzio e che ci riporta al Medioevo. Sono pronto a battermi in prima persona nel rispetto delle Leggi e del nostro Codice Deontologico, per la tutela della libertà e della dignità delle persone e dei principi".

Parole più che condivisibili e sempre necessarie da parte del presidente della Cao nazionale, Giuseppe Renzo, in un comunicato stampa ufficiale.

Toscana, omofobia verso dottore di uno studio dentistico: "E' omosessuale, prendete le dovute precauzioni!"


omofobia

7 gennaio 2015

Un consulente di uno studio dentistico si è trovato travolto dalla bufera e protagonista di un gesto omofobo davvero sconvolgente. Nella porta dell'ufficio dove lui ogni tanto si reca, non essendo un dipendente fisso, è apparso un messaggio nel quale si invita i pazienti a prendere addirittura precauzioni:

Si porta a conoscenza dei pazienti che qui lavora il dott. xxx. Essendo questo professionista un omosessuale, si pregano i pazienti di prendere le dovute precauzioni (al fine di tutelare la propria salute)

Ignoranza e omofobia nei confronti di un professionista. La notizia ha ovviamente suscitato clamore e polemiche feroci perché, da anni, nessuno si è mai lamentato di lui. A trovare il foglio incriminato è stato proprio il titolare dello studio dentistico che ha letto anche l'inesistente centro dal quale sarebbe arrivato questo avviso: Organismo di tutela dei pazienti contro le malattie contratte in ambito odontoiatrico.

Non esiste, il tutto era un puro e semplice attacco personale. Il diretto interessato è rimasto sconvolto e turbato dal messaggio e non se la sente ancora di parlare dell'accaduto. Il fidanzato dell'uomo ha però spiegato:

Siamo senza parole. Non era mai successo niente del genere. Noi viviamo liberamente, non ci siamo mai nascosti - continua - e questo non ci ha mai portato alcun problema. Il mio compagno, pur non avendolo mai detto pubblicamente, non ha mai fatto mistero del fatto di essere gay, quindi è probabile che sia i pazienti che i colleghi lo sapessero"

Inizialmente il proprietario dello studio dentistico era in dubbio se informare il professionista ma dell'accaduto ma, temendo che potesse scoprirlo da altri, ha scelto di avvertirlo. Lo rivela sempre il compagno dell'uomo:

"Il mio ragazzo è specialista in pedodonzia e ortodonzia ed è stimatissimo da colleghi e pazienti che sono disposti ad attendere a lungo prima di potersi fare curare da lui. Infatti il titolare dello studio ci ha spiegato di averci pensato tutta la notte prima di decidere di chiamarlo per riferirgli del messaggio, perché sapeva che lo avrebbe ferito. Inoltre ci ha assicurato che non ci saranno conseguenze di nessun genere per lui. E siamo sicuri che sarà così. Parliamo di professionisti seri

Un gesto davvero assurdo, incredibile, già riportato anche da alcuni giornali web stranieri. Perché nel 2015, qualcuno pensa ancora di poter distruggere una carriera o di danneggiare una persona parlando di omosessualità e spaventando proprio con l'intenzione di essere un problema, con il tema della salute. Un'azione meschina che, fortunatamente, non avrà conseguenze.

Via | Gay.it

  • shares
  • Mail