Grazie Antonella, per il no alle discriminazioni

Diamo a Cesare quel che è di Cesare. Dopo un post di critica, mi sento obbligato a un post di ringraziamenti ad Antonella Ruggiero.

La cantante genovese, di cui non avevo apprezzato la scelta di esibirsi al Family Day, all'ultimo momento ha cambiato idea e ha dato forfait alla manifestazione di piazza San Giovanni in Laterano. Una scelta che, immagino, deve esserle costata anche sotto il profilo commerciale e che spiega così:

Essere credente e avere rispetto e fiducia nella famiglia non esclude ma anzi implica estendere i diritti a chi ancora non è tutelato, in particolare i più deboli. Questo è ciò che penso e che ho sempre pensato e perciò prendere parte a quella specifica manifestazione sarebbe stato un gesto di profonda incoerenza.

Il coraggio di cambiare opinione e tornare sui propri passi va ammirato, soprattutto se scelto nonostante una maggioranza di centinaia di migliaia di persone. Quindi, grazie Antonella: alla fine hai scelto di stare con i più deboli e con chi ha meno occasione di far sentire la propria voce.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: