Budapest: il Gay Pride ci sarà. Tribunale annulla divieto della polizia

Budapest: il Gay Pride ci sarà. Tribunale annulla divieto della polizia

Un tribunale di Budapest ha annullato la decisione della polizia che vietava il Gay Pride, in programma per il prossimo 7 luglio. Le motivazioni addotte dalla polizia erano di ordine pubblico perché secondo loro il Pride sarebbe stato di intralcio al traffico.

Secondo il tribunale, invece, la manifestazione si potrà tenere senza problemi per il traffico perché la partecipazione prevista è di millecinquecento persone e un tale numero di manifestanti può essere gestito senza problemi. Sempre per il tribunale, inoltre, la polizia non ha alcun fondamento giuridico per vietare tale manifestazione che seguirà, pertanto, il percorso proposto dagli organizzatori e terminerà nei pressi del Parlamento.

Soddisfazione è stata espressa dagli organizzatori del Pride e da Amensty International che ha affermato che la decisione del tribunale ha confermato il diritto alla libertà di manifestare ed è stato una indubbia vittoria per il movimento lgbt ungherese.

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 73 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO