Michael Sam: "Non sono l'unico gay nel Football ma il solo che ha fatto coming out"

Lo sportivo ha scelto di dichiararsi pubblicamente omosessuale ed è sicuro di non essere l'unico nell'ambiente.

Michael Sam ha fatto coming out nel febbraio 2014. Si è dichiarato omosessuale e, qualche tempo fa, ha anche ammesso di essersene pentito, in parte. Avrebbe preferito continuare a tenere privata la sua vita personale, limitandone la conoscenza solo alle persone più vicine a lui, dai compagni di squadra agli amici e famigliari. Purtroppo, però, non è stato possibile gestirla in quel modo:

"Se lo avessi gestito a modo mio, non avrei mai fatto nel modo in cui è accaduto. Avrei fatto la stessa cosa che ho fatto a Mizzou - quello di raccontarlo alla mia squadra ei miei allenatori e lasciare le cose come stavano. Ma i reclutatori lo sapevano, ne erano a conoscenza anche i giornalisti. Ne parlavano tra di loro, e quindi l'ho fatto uscire. Se non avessi passato l'anno che ho vissuto, a nessuno sarebbe importato. Ma non ho rimpianti. Alcune persone possono pensare che potessi avere la possibilità di andare più in alto. Ma credo che tutto accada per una ragione"

Il coming out di Michael Sam, campione di football americano

In una recente intervista a Oprah Winfrey, Sam ha anche ammesso che alcuni lo hanno ringraziato per aver fatto coming out:

"Volevano che avessi il coraggio di uscire allo scoperto"

Ad oggi, il campione non ha ancora firmato nessun contratto per giocare nella prossima stagione in una squadra. Ma non ha dubbi. Se Sam non sarà in un team di football nella prossima stagione, sa che non sarà l'unico sportivo gay sul campo o negli spogliatoi.

"Ci sono un sacco di persone come noi, là fuori. Io non sono il solo. Sono solo l'unico che ha fatto coming out"

  • shares
  • Mail