Men in Shorts, Robbie Rogers sognerebbe Chris Pratt come protagonista della serie tv

La commedia americana andrà in onda sulla ABC. Robbie Rogers sogna il cast ideale. O almeno il protagonista.

Men in Shorts è il titolo della nuova commedia che è stata acquistata -come progetto- dalla ABC. Si racconterà, in versione romanzata ed edulcorata, la storia di Robbie Rogers, il calciatore gay che ha fatto coming out non molto tempo fa. E proprio lui, in una recente intervista su Attitude, ha parlato del progetto e di chi vorrebbe come protagonista, magari proprio scelto ad impersonare il suo ruolo. Naturalmente sa anche l'impossibilità che ciò possa accadere visto il recente successo cinematografico del prescelto.

"Dev'essere qualcuno DI divertente, qualcuno che non si cura e molto maschile; qualcuno con cui si vuole prendere una birra. In un mondo perfetto - ovviamente lui non farebbe mai questo e io non credo di essere simile a lui - mi piacerebbe uno come Chris Pratt. Sai, qualcuno di simpatico, bello ma non in forma super, sai cosa voglio dire? Qualcuno che sembra che non vada in palestra..."

Per Robbie Rogers molti tifosi di calcio non sono omofobi

E quando gli fanno notare che il fisico di Pratt si è definito in questo modo proprio grazie a ore e ore di palestra per essere perfetto nella parte del film Guardiani della Galassia, Robbie ha riso e aggiunto:

"Sì, ora la fa!"

Nella serie tv si parlerà di vita personale e di lavoro. A produrlo sono Craig Zadan e Neil Meron.

"Sono stato avvicinato con questa idea di fare uno show su un atleta gay che fa coming out e stavamo parlando di mie esperienze, cose divertenti barzellette che ho dovuto fare nelle docce per rompere il ghiaccio, primi appuntamenti, tutte queste diverse "prime volte" e di quanto imbarazzanti siano state. Ne abbiamo semplicemente riso, quindi è stato riversato nella commedia di questo ragazzo che viene fuori come gay - un pesce fuor d'acqua- che non ha idea di chi sia e come sia un bar gay, perché non è mai stato in uno di questi locali. E' ispirato a parti della mia vita, ma la mia famiglia è diversa, un sacco di cose sono molto diverse ed esagerate, per la commedia. Vogliamo insegnare alla gente a ridere e giocare con gli stereotipi"

Confesso. A leggere stereotipi ho avuto un brivido di paura.

  • shares
  • Mail