Angelina Jolie e Brad Pitt genitori applauditi nell'assecondare la figlia a trovare la propria identità

La coppia ha espresso il proprio sostegno e amore alla figlia che vuole vestirsi come un maschio. Ed essere chiamata John.

Il sito PinkNews riporta la notizia del totale e assoluto supporto di Angelina Jolie e Brad Pitt nei confronti della loro figlia. Il tutto è stato ripreso dalla stampa quando John Jolie Pitt, nata bambina, ha chiesto di essere chiamato con quel nome, John, e ha attirato l'attenzione dei media quando è apparsa sul red carpet per il film della madre Angelina 'Unbroken', indossando uno smoking e con i capelli corti. Un taglio maschile e un look androgino che è stato condiviso e appoggiato dai due attori.

Brad e Angelina, infatti, hanno assecondato la richiesta della figlia, nel chiamarla John, e sono accanto a lei nel suo percorso per trovare la propria identità di genere. Già qualche anno fa, nel 2010, la stessa Jolie aveva parlato del comportamento della bimba, con assoluta e serena naturalezza:

Vuole essere un ragazzo... Così abbiamo dovuto tagliarle i capelli. Le piace indossare vestiti maschili. Crede di essere uno dei suoi fratelli.

Proprio il comportamento dei genitori è stato pubblicamente applaudito. La famiglia, infatti, è stata elogiata per questo modo di gestire la situazione, ottimo esempio di come affrontare l'esplorazione di un bambino nella sua identità di genere. Alcuni, infatti, hanno notato come sia corretto e giusto permettere a John di esplorare la sua natura e identità, senza descriverla o respingerla come "fase". Questo modo di educare e di accompagnare -senza costrizioni o ostacoli- è il miglior esempio della genitorialità da prendere come spunto.

BRITAIN-US-CONFLICT-RAPE-SUMMIT

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail