Ex gay ed etero gemelli in un cartellone per condannare l'omosessualità. Ma esiste un solo uomo ed è gay...

Vicenda assurda e grottesca con un protagonista involontario...

Immaginate di essere gay e di aver fatto alcuni scatti fotografici, in passato, per eventuali spot o pubblicità. Il desiderio di essere famoso, di poter apparire su giganteschi cartelloni, come modelli, per qualcuno potrebbe essere un vero e proprio sogno. Lo era anche, in passato, per Kyle Roux, il protagonista di questa storia davvero incredibile. Una decina d'anni fa, Kyle si è scattato una sorta di book fotografico e ha iniziato a fare qualche casting. A distanza di parecchio tempo, il suo volto è stato scelto per una campagna pubblicitaria ma senza che lui ne sapesse niente e, soprattutto, approvasse l'utilizzo del suo volto. Se questo già potrebbe essere motivo di delusione, provate a pensare il suo disappunto quando ha scoperto che il suo viso è stato "clonato", si sono inventati un gemello (inesistente) e hanno inventato che uno dei due era eterosessuale e l'altro gay.

A Richmond, l'associazione Parents and Friends of Ex-Gays and Gays (PFOX) ha fatto affiggere questi cartelloni con il volto di un doppio Kyle e la scritta:

"Gemelli identici. Uno è gay, l'altro no. Nessuno nasce gay"

gay

In tutta questa storia pazzesca, Kyle è davvero gay ed è sempre stato fiero di esserlo. Quello che non è mai esistito è il fratello gemello eterosessuale. Una storia inventata di sana pianta che ha coperto di ridicolo la già insensata teoria alla base di questo gruppo.

"Sono stato ovviamente molto scosso dalla vicenda. Credo proprio che non ci sia posto, nel mondo di oggi, per una organizzazione che promuova questo come una sorta di stile di vita deviante o di cattivo gusto, perché ho vissuto la mia vita da gay dichiarato e sono stato felice per tutta la mia vita. In realtà è piuttosto sconvolgente che ci sia questo tipo di discriminazione e di discorsi di odio borderline"

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: