Harry Louis vittima di omofobia da Starbucks? L'attore umiliato davanti a tutti

Harry Louis ha denunciato un fatto di omofobia accaduto a Starbucks

harry louis

I fatti sono stati raccontati da Harry Louis in persona e quindi non si tratta di pettegolezzi e indiscrezioni, anche perché l'azienda Starbucks ha effettivamente avviato un'indagine interna per verificare se il fatto di omofobia, nessuna violenza fisica ovviamente, si sia verificato oppure no. Tutto sarebbe successo mercoledì mattina, quando Harry si sarebbe presentato di mattina al bancone dopo l'orario di apertura: Harry racconta che, siccome al bancone non c'era nessuno, ha chiesto un Frappuccino a una barista seduta al tavolo. Proprio da qui sono partiti gli insulti omofobi:

"Se lo vuoi, mettiti il grembiule e te lo fai. Cerca di fare più il maschio e forse ti farò il Frappuccino senza offrirti il grembiule".

Se la versione dei fatti fosse realmente questa - ma al momento non lo sappiamo -, la barista non solo non avrebbe fatto il suo lavoro (non era al bancone dopo l'orario d'apertura), ma non avrebbe neanche rispetto un cliente, solo perché omosessuale: aggravante che ha molto rilievo per Starbucks, visto che l'azienda ha subito precisato che

"Stiamo indagando attivamente sull’incidente. Non tolleriamo alcuna discriminazione nei confronti dei clienti, stiamo prendendo le misure necessarie per indagare sul caso. Tale comportamento non riflette i nostri valori che apprezzano e celebrano le diversità e trattano tutti con dignità e rispetto".

Via | Bitc___F

  • shares
  • Mail