Fai valere i tuoi diritti!

E' inutile che ci giriamo intorno. La verità è palpabile, tangibile nella vita di ognuno di noi, ogni giorno. Non possiamo sposarci qualora lo volessimo. Le nostre coppie non godono di alcun privilegio nè tantomeno riconoscimento. Non siamo padroni di decidere chi volere accanto a noi in ospedale nel caso stessimo male. Non possiamo far ereditare i nostri beni in automatico alla persona che abbiamo avuto accanto nella vita (a meno di potersi permettere atti notarili, comunque impugnabili). Non possiamo godere di assegni familiari (forse solo nel caso di aziende particolarmente progressiste). Non possiamo cointestare nulla (a meno di altri costosi atti notarili). Lo stato non ci tutela né ci riconosce.

A compensazione di questa carenza paghiamo meno tasse? No, le paghiamo come tutti, pur avendo meno diritti degli altri. Come se tutto questo non bastasse, cornuti e mazziati. Dobbiamo anche sentirci additati, offesi, umiliati e attaccati da classe politica, chiesa e gran parte della società. In tv parlano di noi spesso a sproposito, e anche lì dobbiamo sentirne di tutti i colori (avete visto ieri Anno Zero di Santoro sul Family Day?). Ci picchiano, ci insultano sui media, ci aggrediscono, ci uccidono (da Matthew Shepard ad Alfredo Ormando, passando per l'ultimo caso di Matteo). Ci indeboliscono, ci minacciano, ci giudicano. E a noi cosa è concesso fare? Resistere, fare cultura, informazione, controinformazione, decidere, vivere.

Ebbene, tra le tante decisioni che possiamo prendere c'è quella di come spendere i nostri soldi. Siamo in tempi di dichiarazione dei redditi e possiamo decidere almeno a chi destinare una parte dei nostri contributi. Io direi che in questo momento storico più che mai è necessario fare qualcosa per noi e la nostra comunità, che di tanto aiuto ha bisogno. Possiamo decidere di sostenere con il 5x1000 quelle associazioni che ogni giorno lottano per i nostri diritti e per il raggiugimento dell'eden, ovvero una società più civile.

Per questo, con fermezza, vi consigliamo di devolvere il vostro 5x1000 dell'Irpef (sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale) o all'Arcigay o al Circolo Mario Mieli, ovvero le 2 più importanti associazioni glbt italiane. In questo modo faremo qualcosa di davvero utile, per noi stessi e per tutti coloro che sperano di vivere in un mondo migliore. Tutte le informazioni le trovate qui e qui. Val la pena inoltre ricordarvi che invece resta ancora la possibilità di decidere l'8x1000 e che se non esprimete nessuna preferenza i vostri soldi vanno in automatico alla chiesa cattolica. Si, proprio quelli che se ci fosse ancora il duce ci manderebbero al confino, quindi fate un po' voi... Responsabilità e coscienza prima di tutto. Buona dichiarazione dei redditi.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: