Sodom, documentario che paragona i gay a pedofili e figli del demonio (VIDEO)

Ecco Sodom, documentario intriso d'odio nei confronti del mondo LGBT

Putin ha recentemente dichiarato che la sua "bella" Russia non è omofoba e che l'unico scopo delle leggi attualmente presenti è quello di tutelare i bambini (da cosa, poi, visto che un bimbo ha sicuramente meno pregiudizi di un adulto e di certo non viene influenzato nella sua sfera sessuale dalla televisione, da eventi e così via): peccato che i fatti siano stati smentiti con un ennesimo filmato, quello che vedete in apertura dell'articolo, dove si vede chiaramente a cosa è paragonata l'omosessualità in Russia, questa Russia che non è solo di Putin, ma è anche di tutti gli omofobi che la popolano: tempo fa, per esempio, era emerso che più della metà della popolazione non avrebbe voluto avere come vicino un omosessuale.

Il filmato non è altro che un documentario trasmesso da tutte le emittenti del Paese: si chiama Sodom e rende chiaro l'intento di danneggiare la comunità LGBT, attraverso musiche suggestive e immagini impressionanti che definiscono i confini del mondo omosessuale; scontato, il legame con la pedofilia, e altrettanto scontati, i riferimenti a dei passi biblici. Meno banali, invece, i riferimenti all'Italia, visto che non è certo il Paese che meglio rappresenta i diritti dei gay e delle lesbiche: il paesaggio della nostra Penisola è evocato per fare una sorta di paragone tra il mondo demoniaco e qualsiasi ragazzo o ragazza omosessuali. Un abominio di filmato, insomma.

L'omofobia in Russia


sodom documentario russia

Non avremmo voluto dare spazio a quest'operazione politico-sociale, ma il tema dell'omofobia in Russia era ritornato attualissimo dopo le ultime dichiarazioni di Putin, a cui il popolo degli omofobi non poteva che reagire con positività: oggi la Russia è quella del filmato e, anche se odiamo le generalizzazioni, ci riesce proprio difficile cambiare idea.

Via | Gayburg

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: