Diritti umani 365: Giornata mondiale dei diritti umani 2014

In occasione della Giornata mondiale dei diritti umani 2014 l'ONU ricorda che i diritti umani sono per tutti, in ogni momento, indipendentemente dall'orientamento sessuale

Si celebra oggi la Giornata mondiale dei diritti umani in ricordo del fatto che il 10 dicembre 1948 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò la Dichiarazione universale dei diritti umani. Il tema scelto dall’ONU quest’anno è Diritti umani 365, perché i diritti umani vanno difesi ogni singolo giorno dell’anno, non una volta tanto. Per l’odierna Giornata mondiale dei diritti umani, Navi Pillay, Alto Commissario dell’ONU per i diritti umani, ha inviato un messaggio in cui si legge, tra l’altro,

I diritti umani non sono specifici di un paese. Non sono una ricompensa per un buon comportamento oppure di esclusivo appannaggio di una determinata epoca o gruppo sociale. Sono i diritti inalienabili di tutte le persone, in ogni momento e in ogni luogo, per tutti i 365 giorni dell’anno. Sono i diritti delle persone di tutti i colori, di tutte le razze e gruppi etnici; con o senza disabilità; cittadini o immigrati; indipendentemente dal sesso, classe, casta, credo religioso, età, orientamento sessuale.

Diritti umani 365: Giornata mondiale dei diritti umani 2014

Anche Ban Ki-moon, segretario generale dell’ONU, parla dell’orientamento sessuale nel suo messaggio per questa Giornata:

Dichiariamo che i diritti umani sono per tutti, in ogni momento, indipendentemente da chi siamo o da dove veniamo, a prescindere dalla nostra classe sociale, dalle nostre opinioni o dal nostro orientamento sessuale.

Parole chiare che dovrebbero far riflettere su quanto poco l’Italia rispetti i diritti umani delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali. Come sottolinea Navi Pillay i diritti umani non si concedono perché qualcuno fa il buono e il pensiero va a tutti coloro che in Italia, in un modo o nell’altro, lasciano intendere che noi LGBT non abbiamo diritti perché, in fin dei conti, non siamo così buoni come loro vorrebbero. È una situazione tristissima, ma questo non vuol dire che ci si debba scoraggiare: i diritti umani vanno difesi, anche lottando.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail