Il primo ministro irlandese, Enda Kenny, in un pub gay

Enda Kenny, primo ministro irlandese, è andato in un pub gay a bere: piccolo gesto, ma dall'importanza enorme.

Enda Kenny

Enda Kenny, primo ministro dell’Irlanda, ha compiuto un piccolo gesto che riveste, comunque, un enorme valore: è andato in un bar gay a bere qualcosa. Il gesto di Kenny – che appartiene al partito conservatore Fine Gael (Famiglia degli Irlandesi) di ispirazione democristiana – assume un valore particolare anche in vista del fatto che nel 2015 in Irlanda si terrà un referendum per decidere sulla legalizzazione del matrimonio ugualitario.

Alcuni hanno letto il gesto di Enda Kenny come una mossa elettorale e opportunista. Sulla pagina Facebook del locale (il Pantibar), invece, sottolineano quanto i tempi siano cambiati e assicurano che se anche si presentassero membri dell’opposizione o comunque contrari al matrimonio gay, li servirebbero lo stesso, “perché questo è quel che facciamo nei bar aperti al pubblico”.

Ma ve li immaginate Matteo Renzi o Mario Monti o Enrico Letta in un bar gay? Cose dell'altro mondo!

A quanto sembra i cittadini e le cittadine dell’Irlanda sono ben disposti verso il matrimonio ugualitario e, se tutto va come previsto, il referendum dovrebbe passare senza grandi intoppi: i sondaggi, infatti, rivelano che il 76% degli irlandesi è favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso. Bisogna tuttavia tener presente che la minoranza contraria all’uguaglianza dell’istituto matrimoniale è molto agguerrita e le sorprese potrebbero essere dietro l’angolo, anche grazie alla chiesa cattolica che, sebbene sempre meno seguita, continua comunque a battere sempre sugli stessi tasti di intolleranza e discriminazione.

Via | Dos Manzanas

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: