Cinquemila firme per le unioni civili a Roma

La Capitale, location della manifestazione annuale dell’orgoglio glbtq che riunisce l’intero movimento italiano, sarà capitale anche dei diritti, aprendo la strada alla tutela dei diritti dei conviventi, a prescindere dall’orientamento sessuale?
Massimo Iervolino, segretario dell'Associazione Radicali di Roma annuncia:

In due mesi abbiamo raggiunto le cinquemila firme necessarie per la presentazione in Consiglio comunale della delibera popolare per l'istituzione del registro delle unioni civili a Roma.

Ma i radicali non si fermano: la campagna di sottoscrizione proseguirà infatti fino al 7 giugno. Iervolino spiega che

i Radicali, e tutte le forze politiche che ci hanno affiancato in questa avventura, vogliono inviare un messaggio forte al sindaco Veltroni e a tutta la giunta: speriamo di riuscire a discutere la delibera già nel mese di settembre.

Si annuncia infatti l’appoggio all’iniziativa anche da parte di Rifondazione Comunista, Verdi, Pdci e Sinistra democratica.
I gazebo per la raccolta firme saranno presenti anche sabato prossimo a piazza Navona, nel corso della giornata del “Coraggio laico”.

fonte: ansa

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: