Film LGBT della storia del cinema: Le fate ignoranti, 2001

Senza ombra di dubbio ci troviamo di fronte ad uno dei più grandi successi del 2001. Un film che affronta diversi aspetti dell'omosessualità e che nel contempo rivela anche un coltissimo sostrato di echi e rimandi ad altre pellicole importanti, da Vestito per uccidere di Brian de Palma a Tre colori: film blu di Krzysztof Kie?lowski.

Oggi fortunatamente non dobbiamo spingerci oltreoceano o chissà in quale terra lontana, ma, grazie al regista di origine turca Ferzan Özpetek, rimaniamo in Italia, saldamente ancorati a quel fatidico 2001 quando Le fate ignoranti registrò un successo del tutto inatteso, visto soprattutto il tema trattato. Inatteso e grande. Piovvero sull'intero cast (che includeva, lo ricordiamo Stefano Accorsi e Margherita Buy) applausi, encomi e diversi nastri d'argento.

Al centro della storia la figura di Massimo. Attorno a lui, scomparso improvvisamente per un incidente, ruota l'intera vicenda. La sua doppia vita, il suo legame d'amore con il giovane Michele, le sue amicizie verranno scoperte dalla moglie che affranta per la perdita del marito inizia, dopo aver scoperto un dipinto con tanto di dedica, un lungo viaggio a ritroso nell' esistenza di questo “sconosciuto” con cui ha vissuto per tanti anni, scoprendo aspetti impensabili di Massimo, entrando via via in contatto con una realtà inattesa, ma che alla fine l'aiuterà a crescere, a vedere la vita con occhi nuovi e soprattutto a viverla in modo diverso e più completo.

le-fate-ignoranti0021

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail