Robert Biedroń, primo sindaco gay dichiarato in Polonia

Robert Biedroń è stato eletto sindaco in Polonia: è la prima volta che un gay dichiarato riveste tale ruolo

Robert Biedroń, primo sindaco gay dichiarato in Polonia

Buone notizie dalla Polonia, soprattutto per le persone LGBT: gli elettori di questo paese che conta il 90% di cattolici hanno infranto un tabù e hanno compiuto un grande passo eleggendo come sindaco di Slupsk, al nord della Polonia, Robert Biedroń, gay dichiarato nonché attivista del movimento.

Il suo partito – La tua mossa, di sinistra – ha vinto con il 57% dei voti. Il nuovo sindaco ha rilasciato una dichiarazione su come intenderà muoversi:

Porterò avanti una politica di modestia e rispetto, perché questa città lo merita, oltre a essere una delle più indebitate del paese. Le tre limousine a disposizione del sindaco non saranno più mie, dal momento che preferisco utilizzare la bicicletta per gli spostamenti.

Robert Biedroń è noto da quando si candidò come deputato e vinse nella circoscrizione Gdynia-Slupsk. Inoltre ha portato avanti una campagna contro l’omofobia nel paese.

Le elezioni hanno visto una grande ondata di liberalismo, con un numero record di candidati gay dichiarati in corsa per le elezioni, anche se nessun altro all’infuori di Biedroń ha ottenuto i voti necessari per ricoprire un incarico pubblico. Il successo di Robert Biedroń viene visto come una spinta per fare di più da parte di tutti per il rispetto dei diritti umani delle persone LGBT e per la visibilità dell’intero collettivo.

Chissà che ne penserà Lech Wałęsa, ex presidente polacco e premio Nobel per la Pace 1983, che lo scorso anno affermava in TV che i politici gay dovrebbero starsene “dietro un muro” in modo che nessuno li veda.

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail