Roma, polemiche per la favola gay di Meri e Franci all'asilo nido

La storia d'amore delle due donne che vogliono avere un bambino ha suscitato forti polemiche e critiche da parte di alcuni genitori


Una fiaba a fumetti incentrata sulla storia d'amore tra due donne
-Meri e Franci- che si amano e vorrebbero avere un figlio. Purtroppo, non avendo il seme, devono trovare una soluzione alternativa. Ed ecco quindi la clinica in Olanda disposte ad aiutarle. E' questo il passaggio che ha provocato feroci critiche da parte di alcuni genitori dei figli che frequentano un asilo nido nella periferia romana di Bufalotta:

Per fare un bimbo servono un uomo e una donna, un semino e un ovino... Meri e Franci erano due donne, avevano solo ovini. Mancava il semino! In Olanda c'è una clinica dove dei signori gentili donano i loro semini per chi non ne ha. Franci si è fatta dare un semino nella clinica olandese e...l'ha messo nella pancia di Meri. Margherita ha cominciato a crescere! Margherita ora ha due mamme: sono i suoi genitori

fiaba

La favola fa parte del volume "Piccola storia di una famiglia" (ed Stampatello) ed è letta ai bimbi proprio con lo scopo di sensibilizzare ed educarli ad una visione assolutamente comune e normale sul tema dell'omosessualità. E' un progetto creato dal dipartimento Servizi educativi e scolastici del Comune di Roma. Oltre a questo racconto, sono presenti altri due volumi, "Perché hai due papà?" e "Il bell'anatroccolo", incentrato su un papero maschio che scopre di essere una "femminuccia ed è orgoglioso di esserlo".

Una scelta che ha attirato polemiche da parte dei genitori dei bimbi, convinti di essere di fronte alla classica e mitologica "lobby gay". E indovinate quale sarebbe lo scopo di queste fiabe lette ai bambini? Educarli? No, secondo loro no. Ovviamente lo scopo è... scardinare la famiglia tradizionale.

Via | HuffingtonPost

  • shares
  • Mail