Mestre, tre ragazzi gay insultati fuori da un locale: "Episodi all'ordine del giorno"

Omofobia nella città di Mestre: vittime della discriminazioni un gruppetto di amici. Ecco cosa è accaduto.

Una serata come tante altre. Un'uscita tra amici, la scelta della destinazione e poi, la coppia e un terzo ragazzo che era in loro compagnia, si sono dati appuntamento per bere qualcosa. Scelgono un locale gayfriendly e si dirigono sul posto fino ad essere vittime di una serie di offese ed insulti. Qualcosa che non deve capitare ma che, purtroppo, in diverse città italiane, è ancora all'ordine del giorno.

Una volta arrivati a destinazione, in via Cappuccina, mentre stavano per entrare in un pub, ecco l'arrivo di un altro gruppetto di ragazzi che, accorgendosi dove stavano entrando, hanno iniziato a insultarsi. Tra le frasi, "Fr0ci di merda". Gratuitamente, senza offese, senza nemmeno conoscersi ed essersi mai visti prima d'ora. Basta un bar gay e alcuni ragazzi apparentemente omosessuali, per scatenare le offese.

Diciamo basta all'omofobia

I tre, anche se hanno sentito le parole nei loro confronti, hanno deciso di non dare retta alla discriminazione:

"Abbiamo preferito entrare lo stesso, per evitare che quelle parole si trasformassero in un'aggressione. E per non dare soddisfazione a chi ci ha attaccato"

"Non un episodio rato ma, purtroppo, sempre più frequente, come raccontato dai protagonisti della vicenda. Erano tre ragazzini dall'accento del posto di poco più di vent'anni - raccontano - sapevano che quello era un locale con clientela gay. Siamo a Mestre, in città. Questi episodi purtroppo sono all'ordine del giorno“

Anche le associazioni Lgbt hanno condannato il gesto, sottolineando l'indifferenza di fronte a certe notizie nel 2014:

"Stupisce l'assuefazione mostrata dalla società, da chi non da peso al fenomeno dell'omofobia e lo sottovaluta. Si tratta di un problema di civiltà e di rispetto“

Via | VeneziaToday

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 68 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO