Bill De Blasio ringrazia Ignazio Marino per la difesa dei diritti civili

Il primo cittadino della Grande Mela sostiene quello della Città Eterna nel campo dell’uguaglianza delle persone LGBT.

Bill De Blasio e Ignazio Marino

Come purtroppo spesso accade, l’Italia si trova a fare una figura barbina in ambito internazionale per quel che riguarda il rispetto dei diritti umani. Questa volta al centro della questione è la trascrizione dei matrimoni ugualitari celebrati all’estero e, in particolare, quello che è avvenuto a Roma: Ignazio Marino, sindaco della Capitale, li ha registrati personalmente ma il prefetto, dietro indicazione del ministro degli interni, ha chiesto di cancellarli (ma né un ministro né un prefetto possono operare in tal senso perché nel caso in cui si debba rendere necessaria la correzione su un registro pubblico deve intervenire il Tribunale).

A dar manforte al sindaco Marino è intervenuto il suo omologo che governa la città di New York (in cui, come è ben noto, i matrimoni tra persone dello stesso sesso sono realtà). Bill De Blasio ha inviato il proprio sostegno a Ignazio Marino via Twitter, con un testo che dovrebbe quanto meno far riflettere il ministro Alfano e i prefetti e, non ultimo, Matteo Renzi che parla parla ma poi non arriva mai al dunque. Ha scritto De Blasio (prima in inglese e poi in italiano):

Grazie al Sindaco della città eterna, Ignazio Marino, per riconoscere l'eterno valore dei diritti umani. Il cambiamento richiede coraggio.


Quel coraggio che, duole ammetterlo, nella nostra classe politica di governo non è certo presente.

Ricordiamo che Bill De Blasio più volte si è schierato per la difesa dei diritti umani delle persone LGBT: anche recentemente si è rifiutato di partecipare alla parata di San Patrizio di New York perché questa escludeva i gay, ma ha preso parte al Pride.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 126 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO