Le 5 mete più gay friendly del 2014

Alcune idee per le vacanze di Natale, di Capodanno o anche per il ponte dell'Immacolata 2014

Che ne dite, cominciamo a pensare alle vacanze di Natale? Capodanno? Ma anche il ponte dell’Immacolata (8 dicembre, quest’anno capita di lunedì). Le mete sono sempre tante, come è ovvio che sia, e ce ne sono alcune che strizzano l’occhio al turismo LGBT più di altre. Ecco cinque mete considerate gay friendly per eccellenza (magari alcune non sono proprio per le vacanze invernali, ma il fascino del mare d’inverno è ineguagliabile).

Partiamo, allora.

Copenhagen


  1. Copenaghen: oltre a essere la capitale del primo paese al mondo a riconoscere le coppie dello stesso sesso (la Danimarca approvò le unioni civili nel 1989 e poi nel 2012 ha introdotto il matrimonio ugualitario), ha il bar gay più vecchio d’Europa ancora aperto – il Centralhjørnet – aperto negli anni Cinquanta del secolo scorso. E non dimentichiamo del quartiere di Vesterbro, con i suoi molti locali, un fittissimo calendario di attività gay friendly ed eccellenti opportunità di soggiorno. Da quest’anno la piazza nei pressi della sede del municipio si chiama “Piazza dell’Arcobaleno” in riconoscimento al lungo cammino per i diritti umani delle persone LGBT.

  2. Nuova Zelanda: nel 1998 è stato il primo paese ad adottare la dicitura “Gay/Lesbia Friendly”, iniziativa ora riconosciuta a livello mondiale. Il paese offre una rete di case di famiglie gay e lesbiche in cui alloggiare. Dall’approvazione della legge sul matrimonio ugualitario nel 2013, la Nuova Zelanda ha promosso attivamente il turismo LGBT soprattutto dall’Australia e da altre nazioni del Pacifico le cui leggi non sono così avanzate.

  3. Toronto: continua a essere una delle mete dei turisti LGBT in Nordamerica ed è senza dubbio il paese più avanzato in tutto il continente in materia di uguaglianza. The Village è il centro culturale della città, pieno di gallerie, teatri e attività gay friendly. È lì che si svolge la settimana del Pride e le altre varie iniziative LGBT. La cultura gay è molto frizzante e viva e sta per sorgere in città il primo centro sportivo indirizzato soprattutto al pubblico LGBT.

  4. Palm Springs: a circa sessanta chilometri a est di Los Angeles è un paradiso in cui il sole splende quasi tutto l’anno. Palm Spring offre alla viaggiatore LGBT una incredibile varietà di attività all’aria aperta, eccellenti negozi e ristoranti e, naturalmente, relax assoluto a bordo delle piscine. A Palm Springs si trova il più grande numero di negozi e centri solo per donne di tutto il mondo.

  5. Sitges: è un classico tra i classici è celebre per le sue spiagge, la lunga tradizione di turisti omosessuali e la punta di diamante delle “quattro grandi mete” europee del settore, vale a dire Mykonos, Ibiza e Gran Canaria.

Via | ocioxocio

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 46 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO