Agnes Goodsir, l'australiana che conquistò Parigi

Agnes Goodsir  fece parte di quell'esclusivo gruppo di donne che dominò la scena artistica di Parigi nei primi decenni del secolo scorso. Donne di talento e anticonformiste che lasciarono un segno indelebile nella storia della cultura occidentale.

Una delle particolarità della vita dell' australiana Agnes Goodsir (1864-1939) è che la pittrice cominciò a studiare arte quando aveva già trent'anni. Un inizio tardivo che la spronò a lasciare rapidamente la terra nativa per trasferirsi, con cavalletto e colori, a Parigi. Qui entrò subito a contatto con le avanguardie, a frequentare i salon artistici, ad essere parte e sostegno di quell'esclusivo gruppo di donne, spesso provenienti da altri paesi, che trasformarono negli anni venti la capitale francese in una fucina artistica senza rivali al mondo.

Donne che amavano altre donne, che scrivevano poesie e romanzi, dipingevano con ardore e componevano, qualora la musica scorresse nelle loro vene, sempre e solo con passione. In questo ambiente così elettrizzante e ricco di stimoli, la Goodsir divenne subito famosa per i suoi ritratti femminili, per quelle fanciulle elegantissime ma con tratti sfuggenti, quasi androgini.

agnes-goodsir-4

Un successo che arrivò fin nella natia Australia che la festeggiò con una serie di mostre prima a Sidney, poi a Melbourne. Tuttavia la donna, nonostante questo nuovo soggiorno di nove mesi in patria, visse fino alla morte a Parigi. L'Australia, dopo il cosmopolitismo della capitale francese le era sembrata troppo chiusa e conservatrice per quel suo temperamento artistico e libertario. Aperto e ormai senza frontiere.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail