Bayard Taylor, il suo amore per George ed il primo romanzo gay della letteratura americana

A lui si deve la stesura di Joseph and his friend, il primo romanzo gay d'America pubblicato nel lontano 1870.

Nella sua vita Bayard Taylor (1825-1878), scrittore, diplomatico e poeta ebbe solo un grande cruccio ovvero che le sue poesie, pubblicate regolarmente in ben ventidue volumi, non fossero apprezzate tanto quanto i suoi libri di viaggi. Molti decenni sono passati da allora ed oggi la sua fama, il destino si sa ama giocare tiri mancini agli uomini, appoggia per intero su due cose cose ben diverse, da una parte la sua traduzione in inglese del Faust di Goethe e dall'altra Joseph and his friend, considerato il primo romanzo gay della letteratura americana ed ispirato (a quanto almeno si dice) alla relazione romantica tra i poeti Fitz-Grenne Halleck e Jospeh Rodman Drake.

Amico di Walt Whitman con cui condivideva la passione per l'animo virile, Bayard benché sposato, ebbe in verità un solo grande amore: George Boker. Un carteggio il loro che non lascia molti dubbi sull'intensità del rapporto. Parole piene di sentimento che si innalzano davanti al lettore quasi fossero ponti di fuoco lanciati da una città all'altra dell' America. Nessun essere o cosa – scriveva George nel lontano 1856 - ho mai amato quanto te..quanta gioia ed orgoglio mi dà sapere che questo sentimento è corrisposto.

Non credo sia necessario aggiungere altro.

BayardTaylor

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail