Sì alle unioni civili per i gay, dice il vescovo di Mazara del Vallo

Monsignor Domenico Mogavero, vescovo di Mazara del Vallo ex sottosegretario CEI, ora commissario per le migrazioni, ha le idee ben chiare sui diritti civili

Uno Stato laico non può fare scelte di tipo confessionale e la Chiesa non può interferire nella sfera delle leggi civili: quante volte abbiamo ribadito questo concetto su Queerblog? Tante! E ora a sottolinearlo è un vescovo cattolico italiano, monsignor Domenico Mogavero, canonista, che guida la diocesi di Mazara del Vallo, in provincia di Trapani. Non solo, il presule afferma anche:

Gli omosessuali non sono né pervertiti che vanno guariti né individui da confinare ai margini della società e della Chiesa. La sensibilità pastorale deve esprimersi con l’accoglienza e la valorizzazione di ogni contributo.

Monsignor Mogavero bacchetta il ministro Alfano e la sua circolare perché

gli attuali modelli giuridici non riescono a imbrigliare la realtà. C’è una distanza tra l’essere che è la vita e il dover essere rappresentato dalle norme. Le leggi sono cristallizzate, fotografano condizioni generali che negli ultimi anni sono profondamente mutate. La politica deve pensare e regolamentare il nuovo nei termini del rispetto dell’altro.

Monsignor Domenico Mogavero

Parlando con il vaticanista Giacomo Galeazzi, il vescovo di Mazara del Vallo sottolinea che le unioni civili per le persone dello stesso sesso possono esserci, a patto che non siano equiparate alla famiglia:

Le unioni civili riguardano i diritti di persone che nella relazione di coppia e sociale chiedono garanzie per il loro vivere quotidiano. Se ciò non comporta omologazione, non vedo ostacoli alle unioni civili. Lo Stato deve rispettare e tutelare il patto che due conviventi hanno stretto tra loro. E la Chiesa deve accoglierle e accompagnarle pastoralmente senza emarginarle con l’etichetta di persone che vivono nel peccato.

Infine: “Nessuno può dire a un gay che è fuori dalle nostre comunità. O che la sua unione lo esclude dalla Chiesa”.

Parole senza dubbio, che finora raramente erano risuonate in seno alla chiesa cattolica: bisognerà vedere se rimarranno solo parole, ma qui la palla passa ai nostri politici che, bisogna purtroppo riconoscerlo, sono più papisti del papa.

Via | Vatican Insider
Foto | Diocesi di Mazara del Vallo

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 576 voti.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO