Brasile, 25enne politico pro gay colpito con una pietra da un'auto in corsa

La stessa vittima ha postato una sua foto con il volto ricoperto di sangue

Altro caso di omofobia in arrivo dal Brasile. Vittima questa volta di una brutale aggressione è un 25enne attivista per i diritti gay e politico locale.

Waldir Pires Bittencourt, in corsa per essere un membro della Camera dei Rappresentanti, stava facendo campagna per le strade di Macapá quando un'auto, passando a pochissima distanza da lui, ha rallentato e le persone che erano all'interno gli hanno urlato un insulto omofobo e l'hanno colpito, da dietro, con una pietra lanciata.

"Vuoi essere una donna? Allora prendila come una donna!"

Gay_Man_Brazil_Stone

Bittencourt ha postato la foto su Facebook del suo infortunio, mostrando il suo volto insanguinato e ferito. A causa dello choc dell'attentato, non è stato purtroppo in grado di guardare la targa della vettura. Ma il giovane politico dice di non essere rimasto troppo sorpreso per l'attacco Lui, apertamente gay, chiede pubblicamente la fine delle discriminazioni LGBTI.

"Nelle ultime settimane, ho ricevuto minacce di morte sia per telefono che attraverso i social media. Viviamo in un paese omofobo e violento dove le persone che difendono le libertà individuali, come me, in qualsiasi momento possono subire un'aggressione"

Successivamente, in un'intervista a Vice, ha specificato di non essere affatto intenzionato ad arrendersi:

"La violenza contro il mondo Lgbt nel nostro stato è tipico. Non sono stato il primo né sarò l'ultimo a dal momento che lo Stato non vede questa come una priorità. Non ho intenzione di lasciarmi intimidire e non ho tempo di avere paura. Dovrò affrontare qualunque cosa accada, e continuerò a combattere"

Via | GayStarNews

  • shares
  • Mail