Giuseppe Ciarrapico: "Mussolini mandava i gay in miniera e stavano bene"

ciarrapico contro i gay

Giuseppe Ciarrapico, senatore del Pdl, ribadisce nuovamente il suo odio contro i gay (cosa nota di cui abbiamo parlato anche qui su Queerblog). Ecco le sue ultime dichiarazioni al programma "La zanzara":

"Due gay che si baciano mi fanno schifo. Durante il fascismo venivano mandati a Carbonia, scavavano e stavano benissimo. Oggi non vale nemmeno la pena mandarceli"

E parla anche lui della farfalla di Belen (ovviamente come paragone "buono"):

"Il caso Giovanardi? In questo paese i gay non si possono attaccare ma io preferisco la farfallina di Belen. In Italia oggi ti devono piacere per forza i gay, ma a me piacciono le donne. Per fortuna vedo gli omosessuali una volta l’anno durante il gay pride, poi basta"

Visto la stima e la simpatica aggiungerei anche un "Per fortuna anche dei gay". Infine si vanta del suo saluto romano:

"E che male c’è, io il saluto lo faccio abitualmente, ma in maniera seria. Lo faccio quando vado a Predappio davanti alla tomba del Duce. Ora vogliono mettere sotto processo Vattani, e in nome della liberta’ di opinione. Assurdo. Fosse per me, come inno del Pdl, sceglierei l’Inno a Roma, del fascismo, mi piace solo quello, il sole che sorge libero e giocondo"

Via | Giornalettismo

  • shares
  • +1
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: