La delicata storia di una coppia gay e del loro figlio di tre anni con una malattia rara

A chi dice che noi gay vogliamo i figli solo per un capriccio, diciamo di leggere la storia di Chad e Wayne e del loro figlio Grayson

I fatti parlano da soli. E così a chi dice che per il benessere del bimbo sono assolutamente necessarie una figura paterna e una materna (la ministra Lorenzin in primis) rispondiamo con la storia di Chad Farquharson e Wayne McGill, coppia gay canadese, rispettivamente di 39 e 48 anni, e del loro figlio Grayson, che di anni ne ha tre e mezzo. La coppia ha scelto di proseguire con l’adozione di Grayson anche dopo aver saputo che il piccolo soffriva di un disturbo metabolico genetico, la cosiddetta malattia delle urine a sciroppo d'acero (chiamata anche chetoaciduria a catena ramificata, leucinosi e deficit di chetoacidodeidrogenasi a catena ramificata).

La coppia, che vive nei pressi di Vancouver, ha iniziato tutto l’iter per adottare Grayson già prima che il piccolo nascesse, nel febbraio del 2011. Appena nato, la nuova famiglia ha dovuto affrontare il primo grande contrattempo: Grayson aveva una malformazione cardiaca e doveva essere subito operato. Solo dopo alcuni giorni dalla nascita, venne loro comunicato che il piccolo soffriva della malattia delle urine a sciroppo d'acero, una malattia per la quale i bimbi appena nati sembrano sani, ma, se non curati, vanno incontro a gravi danni cerebrali e al decesso.

I medici non sapevano dire a Chad e Wayne se i danni cerebrali avessero già avuto inizio, e i due uomini erano ancora in tempo, dal punto di vista legale, per rinunciare all’adozione. Ma hanno deciso di andare avanti perché, come racconta lo stesso Wayne,

l’unica cosa che riuscivo a pensare era che se non fosse rimasto con noi, probabilmente nessun altro l’avrebbe adottato, perché la situazione sembrava un vero e proprio incubo.

Chad Farquharson, Wayne McGill e il piccolo Grayson

Non è stato certo facile. I due uomini hanno dovuto abituarsi fin dal primo momento non solo a essere padri, ma anche a dover controllare al millimetro ognuna delle pappe del piccolo. Ma ora, dopo tre anni e mezzo, Grayson presenta uno sviluppo psicomotorio adeguato per la sua età e ha iniziato a frequentare la scuola materna con normalità, ponendo la dovuta attenzione alla rigidissima dieta che deve seguire.

Chad e Wayne sono parte attiva della Rare Disease Foundation grazie alla quale hanno ricevuto un grande sostegno e ora hanno voluto far conoscere la loro storia in un video per sensibilizzare le persone al problema delle malattie rare.

Una storia che risponde egregiamente a quanti, mossi da pregiudizi e ignoranza, affermano che i gay vogliono i figli solo per capriccio.

Via | GayStarNews

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 404 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO