I piaceri capresi di Friedrich Alfred Krupp

Friedrich Alfred Krupp

Erede di una delle più grandi fortune di tutta la Germania, Friedrich Alfred Krupp fu al centro di uno scandalo così clamoroso che nel 1902, una settima esatta dopo la divulgazione sulle pagine del quotidiano di partito Vorwärts della sua passione per i bei giovanotti (soprattutto italiani), decise di togliersi la vita. Al suo funerale l’imperatore Guglielmo II accusò il partito Social democratico di avere voluto disfarsi del ricco magnate, mentendo spudoratamente sul suo orientamento sessuale. In realtà, Friedrich Krupp, nonostante il matrimonio e la nascita di due figlie, Bertha e Barbara, era veramente omosessuale.

Durante la sue vacanze a Capri, isola che prediligeva su tutte le altre (era anche un grande oceanografo), il re dell’acciaio amava circondarsi di giovani uomini, organizzando incontri ma anche orge. Passioni che continuava poi ad ardere anche a Berlino, dove in un grande albergo ospitava i suoi amanti italiani. Spesso, così dicono almeno i biografi, gli altri clienti si lamentavano per i rumori molesti che continuavano ad arrivare dalle sue suite. Supportata dall’imperatore, la famiglia Krupp, dopo la morte di Friedrich, seppe tenere testa allo scandalo, abbracciare il nazismo e mantenere così il suo ruolo di industria leader nel campo dell’acciaio e degli armamenti ed ispirare, naturalmente, più di un film.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO