Lo spot gay delle fette biscottate

Un simpatico spot tedesco mostra la normalità della vita quotidiana di una coppia gay

Svegliarsi la mattina (turuturututtu… ah, no… quello è un altro discorso). Dicevamo: svegliarsi la mattina in ritardo e correre per andare a lavoro, avendo pure poco tempo per fare colazione. Una situazione familiare forse a molti di noi, vero? Come è un cliché usato nella pubblicità. E lo troviamo anche in una pubblicità tedesca della Brandt Zwieback in cui il prodotto reclamizzato sono delle fette biscottate.

La scena è quella classica: lui esce di corsa da casa, vestendosi nel vialetto di casa. Entra quindi in macchina e il suo sguardo cade sul sedile del passeggero su cui c’è una bella confezione di fette biscottate e un post it con la scritta: “Per il mio dormiglione” con tanto di emoticon sorridente. Al protagonista del video si illumina il volto e, grato, si gira verso il portone di casa per mandare un bacio a chi ha avuto il gentile pensiero di fargli trovare la colazione in macchina.

Lo spot gay delle fette biscottate

Ed è qui che lo spot va oltre gli stereotipi: sul portone troviamo il compagno, e non una donna come l’immaginario collettivo si aspetterebbe. Pochissimi secondi per veicolare un messaggio chiaro e semplice: che sì, le fette biscottate sono per tutti, anche per quelli uniti civilmente (ricordiamo, vero, che in Germania non esiste il matrimonio tra persone dello stesso sesso?) e che la quotidianità è uguale per tutti, indipendentemente se si è eterosessuali oppure omosessuali.

Come in altre occasioni, il nostro pensiero va a Guido Barilla che, dopo tutto il clamore mondiale a seguito delle affermazioni che mai ci sarebbe stata una famiglia gay negli spot del Mulino Bianco, non ha fatto un bel nulla. Anzi, continuiamo con gli stereotipi in casa Barilla, con Antonio Banderas che offre alla interessata signora il biscottone inzupposo…

Via | River

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: