Maud Allan, "scandalosa" Salomé

Maud Allan

Nata in Canada, ma cresciuta in California, Maud Allan fu per molti la rivale di Isadora Duncan (che tra l’altro detestava). Una carriera di danzatrice iniziata in Europa, dove era arrivata per studiare musica. A Berlino sbarcò prima il lunario illustrando un volume sulla sessualità femminile, poi dandosi anima e corpo alla danza. A Vienna, capitale allora dell’Impero Asburgico, avvenne il suo grande debutto nella Salomé (una versione rivista e corretta dell’opera di Oscar Wilde). Il successo fu clamoroso ed il suo nome divenne celebre nell’arco di una sola notte. Il tour in Inghilterra riempì i teatri, a Londra come in provincia. Tutti correvano per vedere Maud Allan ballare sensuale e maliarda sul palcoscenico. Dall’ Europa all’ America la sua stella brillava alta, tanto alta da venire chiamata ad interpretare il ruolo di Demntra (The rug maker's Daughter) sul grande schermo.

Ma nel 1918 la sua carriera subì un brutale arresto quando la danzatrice venne accusata - in un articolo scritto da un deputato inglese - di oscenità e di essere, tra le tante cose, anche una lesbica al servizio dei cospiratori tedeschi. L’indomita Allan querelò prontamente l’uomo, ma perse la causa. Al processo fu rivelato, con gran scalpore, che il fratello della danzatrice era stato giustiziato anni prima per omicidio e che vi erano dunque pesantissime tare nel sangue di tutta la famiglia. Umiliata pubblicamente, la danzatrice lasciò definitivamente l’Europa insieme alla compagna (e segretaria) Verna Aldrich per stabilirsi in America, dove, preferì dedicarsi agli altri, aprendo una scuola di danza per bambini senza mezzi.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO