A Napoli sportello a sostegno di gay e lesbiche vicino alla Federico II

Uno sportello per gay e lesbiche apre in una Napoli sempre più aperta al mondo LGBT

omini colori gay

Anche se gli ultimi episodi di cronaca stanno dando una brutta immagine di Napoli, oggi la città e la sua amministrazione fanno parlare di sé per news tutt'altro che negative: è recente, infatti, la notizia dell'attivazione di uno sportello per sostenere gay e lesbiche di tutto il paese, affinché ci sia uno spazio di tutela e ascolto aperto a tutti, in un posto accessibile e conosciuto; lo sportello, in effetti, si troverà in via Porta di Massa, zona molto vicina alla sede dell'università Federico II, e dunque molto frequentata dai giovani.

Sappiamo già molto sul funzionamento: lo sportello sarà presentato il prossimo 30 settembre e sarà aperto tre giorni a settimana, grazie alla partecipazione degli specialisti che hanno voluto collaborare (parliamo di medici, avvocati e non solo) nell'ambito di un progetto che, in tutta Europa, mira a risolvere i problemi legati alla marginalità giovanile. Soddisfatto, l'assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, Alessandra Clemente:

''L'attenzione maggiore è per i giovani - queste, le parole dell'assessore Clemente - ma ovviamente lo sportello verrà aperto a chiunque voglia tutelare un diritto''.

Non è la prima volta che la città di Napoli si fa notare per queste iniziative: sappiamo bene, infatti, che il sindaco della città, De Magistris, ha fatto il possibile per il mondo LGBT, fino alla trascrizione dei matrimoni gay contratti all'estero, di cui ha parlato in questi termini:

"Certo, non mi sfugge il dato che la questione delle nozze gay o delle unioni civili debba essere affrontata compiutamente dal legislatore. Ma, anche attraverso scelte come quella che abbiamo compiuto a Napoli, possiamo spronare il Parlamento sovrano a intervenire e a colmare una lacuna legislativa che è stata stigmatizzata anche dalla Consulta e dal Consiglio d’Europa".

Sempre meglio, insomma. Almeno per il mondo LGBT.

  • shares
  • Mail