Wi-fi gratis a Milano, ma niente siti gay: nemmeno Queerblog!


Pisapia ma che ci combini? Il Comune di Milano sta tenendo fede alla parola di offrire gratis ai cittadini la connessione senza fili (wi-fi) nei luoghi pubblici. Quello che non sapevamo è che, dove la connessione è già attiva, si può sì navigare liberamente, ma non si può accedere ai siti con la parola "gay" nel titolo o fra i contenuti.

La censura - secondo quello che denuncia l'associazione radicale Certi Diritti - non riguarda solo i siti porno gay, come GayPorn o altri indirizzi del genere, ma colpisce pure il sito ufficiale di Arcigay e persino noi di Queerblog! Non c'è problema, invece, per chi cerca notizie su "lesbiche", visto che i siti appositi non sono oscurati. Che c'è di logico dietro tutto ciò?

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: