Festival di Venezia 2014: 8 edizione del Queer Lion Award

In occasione della 71 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia torna il Queer Lion Award, premio collaterale per il “Miglior Film con Tematiche Omosessuali & Queer Culture”

Festival di Venezia 2014: 8 edizione del Queer Lion Award

Torna il Queer Lion premio collaterale della 71. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica per il “Miglior Film con Tematiche Omosessuali & Queer Culture”: e quest’anno siamo all’ottava edizione. Ricordiamo che il festival del Cinema di Venezia ha inizio il 27 agosto 2014, per poi concludersi il 6 settembre 2014. L’immagine di quest’anno è ideata da Francesco Gangemi ed è un personalissimo omaggio del Queer Lion Award per i 75 anni del film cult Il mago di Oz di Victor Fleming.

I film in gara per il Queer Lion 2014 sono sette:


  • The Smell of Us di Larry Clark

  • Les nuits d’été di Mario Fanfani

  • The Goob di Guy Myhill

  • The Farewell Party di Sharon Maymon e Tal Granit

  • Metamorphoses di Christophe Honoré

  • Flapping in the Middle of Nowhere di Nguyên Hoàng Diep

  • Pasolini di Abel Ferrara (in gara anche per il Leone d’Oro)

Meritano inoltre una segnalazione altre due opere di interesse LGBT non in gara per il Queer Lion: il corto giordano/palestinese Fi al waqt al dae'a di Rami Yasin (Orizzonti), che narra di un difficile coming out, e l’episodio di Paola Randi del film collettivo dedicati ai 90 anni dell’Istituto Luce 9X10 Novanta (Giornate degli Autori).

Il Queer Lion Award in occasione della presentazione della versione restaurata del film Una giornata particolare, ha deciso di attribuire un Queer Lion d’Onore al capolavoro di Ettore Scola perché pietra miliare della cultura LGBT internazionale, e perché in anni lontani ha saputo dare spazio e dignità ad un protagonista omosessuale in un modo del tutto inedito ed audace per il nostro cinema. Il premio, che il regista Ettore Scola ha già comunicato di accettare con gioia, verrà consegnato al Lido di Venezia.

Presidente di giuria è Alessandro Zan, classe ’73, padovano, deputato di Libertà e Diritti, membro della Commissione Ambiente della Camera ed attivista per i diritti delle persone LGBT. Noto per aver promosso e ottenuto il primo registro anagrafico italiano delle coppie di fatto. Completano la giuria il creatore del leoncino queer Daniel N. Casagrande, e Marco Busato delegato generale dell’associazione culturale CinemArte.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 40 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO