Le “migliori barzellette gay” in edicola: l'indignazione su Twitter

Nel 2014 l'uscita di un settimanale con un libro "di barzellette gay"...

Negli anni Novanta si guardava al futuro con una sorta di curiosità e anche timore. Molte cose erano in divenire, iniziavano ad uscire i primi cellulari, si immaginava quasi uno scenario futuristico. L'idea, poi, di pensare al 2014 sembrava un vero e proprio balzo nel futuro. Chissà quante cose sarebbero cambiate in oltre vent'anni. E poi, proprio nell'agosto 2014, ti accorgi che, a quanto pare, se molte cose sono state soppiantate da altre, continua ad esistere un substrato che tarda a morire ed estinguersi per sempre. Parliamo, ad esempio, di quell'umorismo che tenta di far ridere ma non ci riesce. E diventa solo offensivo.

Guardate questo Twitter. Ho sperato fino all'ultimo che fosse un fotomontaggio. A dire il vero lo spero ancora un po' anche adesso ma temo che non si tratti di uno scherzo. Ahimè. Due riviste con un prezzo "speciale" insieme al libro sulle "migliori barzellette gay". E se qualcuno già annusa odore di umorismo da caserma che rischia di diventare omofobia, si troverà con la mascelle spalancate quando leggerà la copertina del libricino.


Due uomini -ritratti volutamente come effeminati, simboli di luoghi comuni e di un immaginario che non ha ancora superato "Il vizietto" e che riporta questo scambio di battute:

"Ti va di giocare a nascondino?"

"Ok, se mi trovi mi puoi violentare... se non mi trovi sono nell'armadio!".

barzellette

Il gay affamato di sesso. Il termine "violentare". Non si parla nemmeno di sesso ma addirittura di un atto fisico che tira in ballo una delle peggiori cose che possono capitare a una persona, uomo o donna che sia. Nel fumetto, invece, l'omosessuale non vede l'ora di poter essere "violentato".

Le reazioni degli utenti di Twitter sottolineano la totale indignazione di fronte a queste pubblicazioni, a questo umorismo greve, volgare e offensivo. Sì, perché pubblicare ancora volumetti del genere sarebbe come leggere le migliori barzellette sugli ebrei. O sui neri. Impensabile no? Ecco, appunto.

N.b. Il nostro lettore Giordano ci indica anche una petizione online creata, da poter firmare, per protestare contro l'accaduto

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 438 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO