Humphrey Bogart tombeur des femmes per fugare lo spettro dell'omosessualità?

Secondo una biografia, Humphrey Bogart avrebbe avuto rapporti sessuali con moltissime donne per chiarire a se stesso se fosse gay o meno

Lauren Bacall Humphrey Bogart

La recente morte di Lauren Bacall, grande diva di Hollywood, ultima icona ancora in vita citata anche da Madonna in Vogue, mi ha fatto tornato in mente una biografia di suo marito, Humphrey Bogart, in cui vengono rivelati alcuni dettagli a proposito del suo orientamento sessuale.

Il giornalista Darwin Porter (specializzato nelle biografie di personaggi famosi come, ad esempio, Michael Jackson, Steve McQueen, Marlon Brando, Howard Hughes, Katharine Hepburn, Paul Newman – molte delle quali pubblicate dopo la morte dei vip), infatti, ha scritto Humphrey Bogart. The Making of a Legend prendendosi la briga di calcolare con quante donne Bogart sia andato a letto. Basandosi su memorie inedite e interviste con contemporanei Porter scrive:

Era bello, simpatico e quando Broadway aveva centoventi teatri, c’erano quattro attrici a disposizione per ogni attore. Nessuno lo ha calcolato prima, ma è probabile che Bogart sia stato con mille donne, per lo più in questo periodo.

Humphrey Bogart. The Making of a LegendPare che per consumare più velocemente Bogart si fosse fatto cucire su tutti i pantaloni la cerniera lampo (inventata nel 1926) così non doveva perdere tempo con i bottoni. E, pare, che tutta questa sfilza di donne passate nel letto di Bogart “servissero” all'attore per schiarirsi le idee: “Bogie” infatti era convinto di essere gay e, per fugare questo dubbio, faceva sesso con moltissime donne. Tutto questo avveniva prima di sposare Lauren Bacall nel 1945.

Non è raro che vengano pubblicate biografie di star dei tempi andati che svelano questo o quel dettaglio piccante. Dopo la presunta omosessualità di Christopher Reeve e la bisessualità di Vivien Leigh è stato il turno di Humphrey Bogart (1899-1957).

Come sempre, queste biografie postume, personalmente, lasciano il tempo che trovano. Anche perché, basandosi un po’ su qualche dato, un po’ su supposizioni, un po’ su pettegolezzi, non apportano veramente nulla alla biografia del personaggio di turno di cui si parla, se non un po’ di pruderie.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO