Ecuador: sotto inchiesta le cliniche per curare i gay


Vittoria per il movimento lgbt in Ecuador e per tutti quelli che hanno sostenuto la campagna a favore dei diritti umani in tutto il mondo. Dopo mesi di polemiche e alcuni interventi parziali contro le cliniche in cui si cura l'omosessualità - a volte anche con lo stupro - il governo ha preso finalmente posizione.

Come riferisce il sito di All Out, l'esecutivo equadoriano aprirà un'indagine per chiudere tutti i centri "medici" dove si trattano le persone omosessuali con l'obiettivo di curarle e modificare il loro orientamento, il che ovviamente è impossibile e può provocare anzi seri problemi psichici.

Il ringraziamento di tanti militanti va in particolare al nuovo ministro della Salute, Carina Vance, lesbica dichiarata, che non sta deludendo quanti si aspettavano da lei un intervento deciso contro queste iniziative contrarie alla Costituzione dell'Ecuador.

  • shares
  • Mail