Per un vescovo spagnolo il comportamento dei gay non è buono né per loro né per la società

Jaume Pujol Balcells, vescovo di Tarragona, sostiene che il comportamento dei gay non è appropriato per la società

Jaume Pujol Balcells, arcivescovo di Tarragona, in Spagna, e membro dell'Opus Dei, ha prima tirato la pietra e poi ha nascosto la mano. In una intervista il prelato, infatti ha dichiarato a proposito dei matrimoni tra persone dello stesso sesso:

Io distinguo nettamente tra persone e comportamento delle persone. Tutte le persone sono figlie di Dio, ma il comportamento degli omosessuali non è buono né per loro né per la società tutta.

A seguito di questa sua affermazione c'è stata una sollevazione di popolo e lui, allora, ha nascosto la mano chiedendo scusa. Sia chiaro: il vescovo ha detto che se qualcuno si è sentito offeso allora lui chiede scusa, non è che ha riconosciuto di aver sbagliato. Il problema è di chi si è sentito offeso, mica di lui che ha detto stupidaggini.

Sempre nela stessa intervista Jaume Pujol Balcells ha anche affermato che l'unica cosa che devono fare le donne è quella di accudire i propri mariti che sono come bimbi piccoli e perciò vanno accuditi. E meno male che etimologicamente vescovo significa sorvegliante, supervisore: se lui fa da supervisore in questo modo, immagino il risultato...

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: