Russia: chiedono il permesso di una manifestazione Lgbt e le autorità offrono una discarica

Nonostante l'affronto, 150 persone hanno scelto coraggiosamente di riunirsi in un parco pubblico

E' ben nota l'alta omofobia presente in Russia, sia nella popolazione sia per le legge in vigore che negano il permesso addirittura di poter parlare e discutere di argomenti Lgbt per non essere accusate di propaganda gay che prevede una multa nel "migliore" dei casi.

Un gruppo di attivisti Lgbt hanno però chiesto il permesso di manifestare pacificamente per i loro diritti al parco Field of Mars di San Pietroburgo ma la legge federale non prevede questa possibilità di tenere questo evento. Il raduno d'orgoglio è stato organizzato dal gruppo per i diritti gay Ravnopraviye (Uguaglianza) anche se non hanno ottenuto il permesso necessario. Il gruppo aveva precedentemente presentato domanda da parte delle autorità cittadine di tenere una marcia di orgoglio, ma sono stati categoricamente rifiutato.

L’Italia ha già perso le Olimpiadi: il duro commento dell’Arcigay per Letta a Sochi

Il St Petersburg Times ha riferito che le autorità sono obbligate a suggerire alternative e beffardamente ecco l'opzione del villaggio di Novosyolk, che si trova accanto a un cimitero e uno spazio vicino al Golfo di Finlandia, una discarica di dieci metri coperta da erba.

Yury Gavrikov, il presidente dell'associazione, ha detto che le proposte formulate dalle autorità sono un esempio 'classico' dei loro atteggiamenti verso i gay. Nonostante questa netta opposizione, la manifestazione si è comunque tenuta ieri senza incidenti di rilievo. Il sito Queerussia.com ha sottolineato come l'evento sia stato controllato dalla polizia e non ci siano state esplosioni di violenza o contro i gruppi presenti che protestano pacificamente per i loro diritti.

Via | GayStarNews

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 59 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO