Why Not: lo spumante gay

Why Not: lo champagne gay

Dopo la macchina gay secondo la clientela europea e la birra gay poteva mancare lo spumante gay? Ovvio che no! Ecco allora che in Argentina è stato creato uno spumante gayfriendly dal nome Why Not. La creatrice di queste bollicine è una giovane ventiquattrenne – Erica Roverter – e l'idea le è venuta perché, secondo lei, il mondo del vino ancora non è stato fonte di ispirazione per la comunità lgbt.

Il Why Not è realizzato con il metodo charmat a base di uve Pinot nero e con un po' di Chardonnay che lo rendono uno spumante moderno, gradevole e facile da bere, secondo quanto afferma sempre la Roverter. Il colore è salmone chiaro con riflessi dorati. Al momento attuale ci sono circa 1600 bottiglie che saranno disponibili negli hotel, bar e ristoranti di Buenos Aires e Mendoza, ma si sta già pensando all'esportazione negli USA e in Spagna.

Non so voi, ma io quando compro qualcosa guardo alla qualità prima di tutto: quasi certamente non acquisterei un prodotto solo perché ha il marchio “gay”.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: