Nicola La Triglia a Mister Gay World 2014, ecco chi rappresenterà l'Italia

Ecco chi ci rappresenterà a Mister Gay World 2014: si chiama Nicola La Triglia e ha un progetto molto particolare

Nicola La Triglia

Non è né brutto né bello, Nicola La Triglia, e rappresenterà l'Italia a Mister Gay World 2014: si tratta di un annuncio a sorpresa, che sicuramente non piacerà a coloro che avrebbero voluto Mister Gay Italia Giovanni Licchello a sfilare, ma non è neanche colpa degli organizzatori; sapete benissimo, infatti, che il tanto amato Giovanni ha rinunciato a rappresentarci per motivazioni tutt'altro che condivisibili.

Tutti i partecipanti a Mister Gay World 2014 erano noti e potete ben vederli qui, nel sito ufficiale dell'evento. In molti sono davvero carini e dubitiamo che Nicola vincerà: fatto sta che il messaggio di cui si fa portatore - e che apprendiamo tramite Spetteguless - non è da sottovalutare; certo, il contesto non è proprio quello adatto, almeno a nostro avviso: in un concorso principalmente di bellezza io non voglio vedere la normalità, per quanto possa essere bella in tutte le sue sfaccettature, ma, appunto mister e miss.

La presentazione di Nicola La Triglia

Leggete come si è presentato Nicola e capirete tutto:

La nostra comunità LGBT nasce come movimento di liberazione e noi dobbiamo essere testimoni di questa liberazione… liberazione da ogni stereotipo ed essere finalmente noi stessi, per come ci percepiamo! Soltanto i nostri corpi autentici sono liberi e dunque bellismi. Con le nostre pance grasse e magre, con o senza muscoli, glabri o pelosi, calvi o capelloni, chiari o scuri, effeminati o mascolini, giovani o adulti, noi siamo noi stessi e per questo siamo bellissimi! Spesso [...] soffriamo perché non ci accettiamo, perché guardandoci allo specchio non corrispondiamo a quello stereotipo imposto dalla società… molti si ammalano, iniziano a soffrire di disturbi alimentari e non solo, altri arrivano anche al gesto estremo del suicidio. La causa di tutto ciò sono anche gli stereotipi che ci condizionano e che non ci fanno apprezzare la bellezza che siamo! A tutto questo noi diciamo basta e “con la mia pancia, i miei peli, le mie cicatrici sul corpo io sono me stesso e per questo mi sento anche Mister! Possa questo nostro messaggio di liberazione essere un aiuto per tutti noi!”.

Non condividiamo nulla di questo discorso, se lo inquadriamo nel contesto di Mister Gay World ovviamente; però sicuramente ci saranno tra voi opinioni simili a quelle di Nicola La Triglia, al quale facciamo comunque un grossissimo in bocca al lupo per questa nuova importante esperienza.

Via | Spetteguless

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: