La voce del desiderio nelle lettere di Heinrich von Kleist ad Ernst von Pfue

Considerato uno dei più grandi Romantici della letteratura tedesca, Heinrich von Kleist rivela tutta la sua cocente passione per l'amico Ernst von Pfue in una lettera scritta il 7 gennaio del 1805.

Di Heinrich von Kleist, uno dei grandi nomi del Romanticismo tedesco abbiamo già parlato. Già abbiamo avuto modo di scrutare da più vicino la sua vita breve e tormentata che ha lasciato però una traccia indelebile nella storia della letteratura e della cultura europea. Tuttavia per conoscerlo più a fondo non si può prescindere dalla lettura di una lunga ed intensa lettera che il giovane drammaturgo scrisse a Ernst von Pfue, futuro ministro della guerra.

Parole che fluiscono rapinose verso l'oggetto dei suoi desideri. Accensioni che parlano il linguaggio forte ed inconfutabile della passione. Von Kleist evoca in quella missiva del 7 gennaio del 1805 il mondo dell' antichità, paragona la bellezza di Pfue ad un giovane dio, cita, sull'onda lunga dell'entusiasmo, la sua emozione nel vedere l'amico gettarsi - bellissimo e scultoreo - nelle acque del lago.

von-kleist

Passaggi interi che rivelano senza possibilità di fraintendimento la natura omosessuale del grande scrittore. Parole che mettono nero su bianco le pulsioni di un Romantico che prendeva troppo a cuore la vita, rimanendo immancabilmente bruciato in profondità.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail