Addio al magazine Butt: sopravvivrà nell'edizione online


Niente più "Butt" in edicola; o meglio, in alcune librerie lgbt e negozi come quelli di American Apparel. La rivista olandese creata nel 2001 da Gert Jonkers e Jop van Bennekom e pubblicata per 10 anni con una frequenza più o meno trimestrale dice addio alla carta stampata. A dicembre è uscito l'ultimo numero impresso sull'ormai celebre carta rosa: da ora in poi la vita del magazine "by and for homosexuals" continuerà sul sito internet.

La rivista Tetu ha dedicato un'intervista ai due fondatori che spiegano di non aver mai fatto soldi con la loro creatura e di aver cercato sempre di realizzare una rivista onesta e ben fatta che raccontasse il mondo gay e fosse aperta a diversi modi di essere e non solo a un unico stereotipo.

Se non l'avete mai letto, potete trovare online alcune delle belle interviste - rigorosamente in inglese - dedicate a personaggi noti e a perfetti sconosciuti.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail