Un libro gay per l'estate: Uomini oltre di Fabio Croce

"Uomini oltre" è un romanzo che nel 1996 ha rappresentato, per la comunità gay italiana, le istanze sociali di rivendicazione dei diritti in favore delle persone omosessuali, affrontando per la prima volta in letteratura, da parte di un autore italiano, la normalizzazione del rapporto di coppia tra persone dello stesso sesso.

Un libro gay per l'estate: Uomini oltre di Fabio Croce

Chissà se davvero si possono normalizzare i rapporti d'amore; renderli acqua di torrente limpida, fruscio di sentimenti naturali, fuoco che attizza le passioni. Quelli tra persone dello stesso sesso a volte strabiliano gli altri per il duraturo rapporto, altre diventano un mare di sciagure, di spietata dissoluzione e amarezze. In mezzo, strano ma vero, ci stanno le istanze sociali di rivendicazione dei diritti: la comunità gay che si confronta, discute, lacera un tessuto sociale parecchio ipocrita, spesso violento. La letteratura omosessuale si è occupata sempre più doviziosamente dell'alfabeto dell'amore gay e lesbico, anche attraverso la narrazione romanzata, la leggerezza della fantasia che si fa arte della rappresentazione di un mondo più che reale e vivo.

Leggere sta diventando sempre più esercizio del cuore oltre che della mente e, nonostante molti detrattori, una letteratura omosessuale esiste ed esistono editori che a questa letteratura guardano con affetto e interesse. È il caso di Fabio Croce, a sua volta scrittore ed editore. Fabio Croce, persona di stile e arguzia, in tanti anni ha scoperto narratori a tematica lgbtq, per nulla spaventato da un mercato di nicchia e dalla già povera lettura che si esercita in Italia. La sua passione letteraria, poi è andata di pari passo con quella della militanza nella nostra comunità, e l'interesse vivo per il teatro.

I suoi libri raccontano un mondo intersecato da vite vissute e violate, partecipando anche a varie antologie e saggi; uno scrittore-editore spesso in cerca di verità irrisolvibili come: Delitto in Vaticano. La verità che si rifà ai misteri che hanno coinvolto la scomparsa di Emanuela Orlandi e un delitto tra guardie svizzere. Di quanto sia interessante la sua penna, vi propongo un suo romanzo uscito la prima volta nel 1996 e poi ripubblicato da Iacobelli: Uomini oltre.

Questo romanzo racchiude in realtà due libri pubblicati in Italia, l'uno il seguito dell'altro: Uomini Oltre (uscito per Serarcangeli editore nel 1996 e ristampato dalle Edizioni Libreria Croce nel 1999) e Amerai l'uomo (Edizioni Associate nel 1997) entrambi introvabili sul mercato. Da queste due opere è stato tratto uno spettacolo teatrale andato in scena al Teatro Colosseo di Roma nel 1999 e a Berlino in lingua tedesca nel 2000.

Le storie e i personaggi del libro sono lo specchio di quello che spesso appariamo noi, con i nostri sentimenti, le nostre confusioni e il desiderio di andare oltre, di liberarci dalle pesanti zavorre. C'è anche la relazione obbligata tra l'uno e l'altro soggetto; il vivere verso l'altro sesso, percepito a volte come pericolo, per non dimenticare le relazioni con parenti e amici.

Un bel libro dove i protagonisti parlano per noi, e noi a leggerlo finiamo per essere parti di loro. Dall'uscita della prima edizione, il Movimento ha fatto parecchia strada: ha sfiorato la discussione parlamentare sulle coppie di fatto e quella di una legge contro gli atti omofobi; ha celebrato se stesso in parecchie manifestazioni di piazza; ha dato nuove percezioni di come l'omosessualità e la transessualità siano diventate parte della società civile; ma la negazione di ogni diritto ha anche castigato il Movimento e i singoli che non hanno saputo dialogare con la politica e tra loro.

Fabio Croce resta tra coloro che si battono attraverso la cultura e il mestiere di diffondere cultura. Per far questo ha dialogato direttamente con la politica ed è stato lui a dare il la alla oramai famosa Gay Street di Roma, nel lontano 2001. "Uomini oltre" è il libro che lo distingue, da leggere e meditare per i temi sviluppati.

Parlando di adozioni, tema ancora assai scabroso persino tra omosessuali, Emilio, uno dei personaggi del libro, così spiega la diversità:

Ma diverso da chi? Siamo tutti qui, con gli stessi diritti, gli stessi doveri la stessa natura di razza umana. Diverso dovrebbe essere, casomai, chi non rispetta il proprio prossimo.

E in Italia, sono davvero tanti.

Fabio Croce
Uomini oltre
Iacobelli editore, 2010
pp 209, euro 12,00

La foto di Fabio Croce è di Giovanni Dall’Orto

  • shares
  • Mail