Hollywood gay: Van Johnson

Van Johnson

Quel suo viso pieno di lentiggini, dal sorriso a tratti irresistibile, divenne celeberrimo negli anni quaranta. Una carriera fulgida quella di Van Johnson (1916-2008) che lo vide recitare accanto alle più grandi dive dell’epoca d’oro di Hollywood; eppure la sua vita, dietro quella facciata da beniamino delle platee americane, sempre in cerca di eroi e sogni, nascondeva un segreto (l’omosessualità) che gli Studios tentarono strenuamente, tenacemente di nascondere. Per stroncare sul nascere le chiacchiere che serpeggiavano tra i giornalisti, sempre più insinuanti e pronte a spiccare il volo e travolgere la carriera dell’attore, la MGM optò per il matrimonio, convincendo Van a sposare l’attrice Eve Abbott, il giorno stesso in cui la donna ottenne il divorzio dal primo marito, un amico carissimo, tra l’altro, dello stesso Van Johnson.

Un'unione sicuramente lunga la loro, ma anche molto travagliata (nonostante la nascita di una figlia) che negli anni ‘60 sfociò, tra mille accuse e recriminazioni, in un divorzio clamoroso (la stessa moglie parlerà poi, a distanza di anni, dell’omosessualità del marito e del contratto matrimoniale voluto dalla MGM, mentre uno dei figliastri andrà addirittura oltre, citando la relazione dell’attore con un giovane ballerino).

  • shares
  • Mail