Amore senza frontiere: primo cortometraggio gay dalla Bielorussia

Semplice, tenero, affascinante: molti potrebbero essere i modi per definire questo corto dal titolo Amore senza frontiere. Il video ha per protagonisti quattro giovani bielorussi che intendono dire al mondo – e soprattutto ai loro compatrioti – che anche in Bielorussia ci sono gay. Il corto mostra due coppie, una etero e l'altra gay, che, in un ambiente bucolico nei pressi di Minsk, la capitale, fanno tutte quelle cose tipiche delle coppiette innamorate: si abbracciano, si baciano, corrono... insomma la pazzia dell'amore!

Max Anatsko, direttore della fotografia del video e uno degli sceneggiatori, ha spiegato che i quattro protagonisti volevano fare qualcosa per la visibilità dei gay, dal momento che questo è uno dei grandi problemi degli omosessuali che vivono nell'ex repubblica sovietica. L'idea è quella di mostrare che in Bielorussia, nonostante l'oppressione e l'omofobia dilagante, ci sono gay, persone capaci di amare con un amore che non è in nulla differente da quello etero. L'ambientazione naturale, poi, costituisce un sottotesto, soprattutto per gli omofobi: l'amore gay è naturale come lo è l'amore tra due persone di sesso diverso.

Via | Têtu

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: