Il cardinal George si scusa per aver paragonato i gay al Ku Klux Klan

Il cardinal George si scusa per aver paragonato i gay al Ku Klux Klan

Qualche giorno fa, come vi abbiamo raccontato, il cardinal Francis George, arcivescovo di Chicago, aveva paragonato al Ku Klux Klan. Secondo il porporato, infatti:

Alcune manifestazioni del mondo gay, con l’intolleranza verso la Chiesa cattolica, rischiano di essere simili a quelle del Ku Klux Klan caratterizzate dallo stesso odio verso il cattolicesimo.

La reazione del movimento gay americano era stata immediata ma, come purtroppo capita in questi casi, il cardinale difendeva la sua posizione dicendo di essere stato frainteso e strumentalizzato. Poi, probabilmente resosi conto della gravità delle sue affermazioni, si è detto dispiaciuto per il dolore arrecato.

Le sue scuse sono giunte attraverso le pagine del Chicago Tribune:

Sono veramente dispiaciuto per il dolore che le mie osservazioni hanno causato, soprattutto perché tutti noi abbiamo amici o familiari che sono gay e lesbiche. Quanto ho detto ha evidentemente ferito un buon numero di persone. Alcuni membri della mia stessa famiglia sono gay e lesbiche, e così formano parte anche della mia vita. Mi dispiace per il dolore arrecato.

Eminenza, magari la prossima volta prenda un bel respiro prima di parlare e pensi a quanto sta per dire, anche tenendo presente che nella sua famiglia ci sono gay e lesbiche che le rammentano che non siamo questi mostri verdi che vengono da un altro mondo e vogliono distruggere questo...

Foto | Photobra Adam Bielawski

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 22 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: