Diversamente uguali: essere omosessuali non significa essere diversi

Essere omosessuali non significa essere diversi: è questo il filo rosso che lega i video della nuova campagna di Arcigay Diversamente Uguali. L'idea, sviluppata insieme a DRAFTFCB, è quella di favorire l'ascolto e narrare un serena quotidianità che spesso non fa notizia. Per questo sono state raccolte delle video-testimonianze spontanee sia di giovani lesbiche e gay, sia di genitori di figli omosessuali che raccontano le proprie vite. I video sono molto semplici e ci concentrano sul messaggio trasmesso sia attraverso le parole che sull'espressione dei volti. Secondo Paolo Patanè, presidente nazionale di Arcigay si tratta di una campagna che

“va direttamente al cuore degli eterosessuali e che narra, fuori dallo stereotipo, la serenità che molti di noi vivono oggi. Sono sicuro che la campagna, che crea immediata identificazione, risolverà molti dei dubbi di coloro che faticano a confrontarsi con noi. Di più aiuterà molti gay e lesbiche che hanno ancora il terrore di raccontarsi a farlo. Sognavamo da tempo di poter parlare al ventre del paese, su settimanali, quotidiani e riviste a grande tiratura e di aprire un canale di dialogo sul web”.

Alla campagna video è collegato un sito web che permette di inviare la propria video testimonianza (anche chiedendo l'anonimato, se si vuole); sono previste anche delle locandine con i quattro personaggi dei video e uno slogan del loro messaggio.

Dei quattro video della campagna vi proponiamo quello di Mariella, mamma romana.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: